Biorivitalizzazione Viso

Biorivitalizzazione Viso

La perdita di lucentezza cutanea può essere corretta con trattamenti non riempitivi (filler) ma con la naturale stimolazione alla produzione di nuovo collagene da parte dei fibroblasti cutanei. Si tratta di rivitalizzare una cute stanca che tende a perdere lucentezza, la sua naturale elasticità. 
Si esegue un trattamento con acido ialuronico libero associato a oligonucleotidi e sostanze antiossidanti che stimolano il derma a rinnovarsi fisiologicamente.

 

Pregi e limiti della biorivitalizzazione

La biorivitalizzazione è un trattamento costituito da microiniezioni su tutto il viso di acido ialuronico con la tecnica del “picotage nappage”. Uno dei suoi pregi è che rende tutto il viso più lucido e giovane, fino dal primo intervento con un effetto “lifting”. Rispetto ad un filler quindi non riempie i tessuti dermici profondi, non è applicato localmente, ma tonifica tutto il viso in generale. E’ senz’altro meno doloroso del filler riempitivo.
Limiti: Per raggiungere effetti ottimali sono necessari generalmente 3 cicli di rivitalizzazione a distanza di 20 - 30 giorni circa l´uno dall´altro. La biorivitalizzazione non corregge eventuali asimmetrie delle rughe, non gonfia, non dà volume al viso.

Cosa corregge:

La biorivitalizzazione è indicata in tutti i casi di volti che devono essere “rigenerati”. Corregge le piccole rughe (codice a barre), leggere zampe di gallina, ma non asimmetrie o profonde rughe di espressione o nasogeniene.

 

UN PASSO IN PIU´: LA  Bioristrutturazione viso

Nel caso la cute sia estremamente danneggiata o senile, si preferisce stimolare produzione di nuova materia con la Bioristrutturazione.  La differenza sostanziale rispetto alla Rivitalizzazione è un intervento più energico che dà alla pelle un tono e una consistenza che era andata completamente perduta. Singole catene di acido ialuronico libero, vitamine, amminoacidi, nucleotidi, antiossidanti a composizione differente rispetto al trattamento di biorivitalizzazione. Si effettua sempre con microiniezioni a “picotage nappage”.


Cosa corregge:

La bioristrutturazione è indicata in tutti i casi di volti che devono essere “risvegliati” in quanto trattamenti più semplici non sono sufficienti. Si applica al volto, ma anche alle mani, la decolté, o ad altre parti del corpo (come le braccia). Corregge il codice a barre, zampe di gallina, rughe delle fronte, ruga della collana di Venere, braccia con rughe da decadimento del sottocute. Non corregge le asimmetrie e non dà volume al volto.
Limiti: Per raggiungere effetti ottimali sono necessari generalmente 3 cicli a distanza di 30 giorni circa l´uno dall´altro. Rispetto alla biorivitalizzazione si sente un fastidio nei punti di iniezione, la cute si arrossa e permane gonfia per circa 3 ore dopo il trattamento. Proprio perché è una ristrutturazione, per volti che hanno perso molta vitalità, il risultato lo si ottiene più lentamente, dopo circa una settimana dal trattamento.

 
Richiedi un preventivo via mail o consulta la mia agenda